Novità

Lugano LM77 appone il suo sigillo alla 3a edizione della Coppa Ticino. Nonostante i temibili avversari del Lugano Brancaleone, Jürg e compagni sfruttano uno stato di forma in continuo crescendo in questo finale di stagione ed aggiungono un altro alloro alla loro bacheca.

La partita si era però messa inizialmente su binari che lasciano intendere un altro epilogo. LM 77 priva di Sabrina e che con Jürg schierava Michela e Cristina, fin dalle prime battute imponeva il suo gioco con sempre parecchi sassi in gioco. Nei primi 3 end però la tattica non porta i suoi frutti: la Brancaleone ha sempre un sasso con il naso davanti: 3-0.

LM77 pareggia i conti nel 4o end e effettua il sorpasso decisivo nel 5o. Davide costruisce il gioco con un difficilmente raggiungibile shot, accerchiato da diversi sassi di Jürg. Un colpo un po' rocambolesco di LM77 spazza via però questo shot! Per Brancaleone, con la Dea bendata che volta le spalle, ogni tentativo è vano per evitare una casa da 5. Siamo sul 8-3. Jürg e compagni hanno dimostrato di essere dei diesel: quando ingranano per gli avversari è grigia. Difatti rintuzzano  i tentativi di rientro della Brancaleone, che riesce a scrivere solo un sasso nel 6 end. La partita sembra ormai segnata e Davide non trova più nessuna ricetta per invertire la tendenza. LM77 arrotonda il risultato per un 11-4 finale che lo porta meritatamente allo scalino più alto del podio. Onore al merito della famiglia Wernli.

La Brancaleone, che con Davide schierava il rientrante Flavio, Andrea ed Elisabetta, è arrivata vicinissima ad una storica tripletta. Si consola con un comunque prezioso argento che sommato a quello appena colto a Flims è lì a testimoniare che quando i giochi contano loro restano un'armata temibile.

> Fotografie della finale (di Frank), sul nostra pagina Facebook CurlingTicino

Colpo doppio per Peter De Cruz e compagni ai Campionati Mondiali di Curling in corso ad Edmonton, in Canada: grazie alle 8 vittorie conquistate nel round-robin, la nazionale Svizzera è riuscita a classificarsi al terzo posto ed ottenere così l'accesso ai playoff, che disputeranno nella serata di sabato contro gli Stati Uniti. Ancor più importante è che, grazie a questo risultato, la Svizzera è automaticamente qualificata per i Giochi Olimpici del 2018 che si terranno a Pyeongchang (KOR), risultato non scontato alla luce della pessima prestazione mostrata dagli elvetici agli scorsi mondiali di Basilea (solo un nono rango per il team di Adelboden).

Nell'immediato l'attenzione è dunque rivolta alla conquista di una medaglia al torneo iridato: per il sistema "page-playoff", il vincitore della sfida tra la terza e la quarta classificata del round-robin accederà ad una semifinale in cui affronterà la perdente dell'altro "page" tra la prima e la seconda classificata, che così ottiene una seconda opportunità per qualificarsi alla gara per la medaglia d'oro. La Svizzera affronterà come detto gli Stati Uniti dello skip John Shuster.

Leggi tutto...

Sono state completate anche le semifinali del tabellone della Coppa Ticino ed è finalmente noto l'accoppiamento della finale: venerdì 7 aprile alla Resega, con "stone di inizio" alle 20:30, si affronteranno i campioni in carica dei Brancaleone contro LM77, entrambe formazioni del CC Lugano.
Per il pubblico interessato, l'accesso alla pista è gratuito.

 

La squadra Apéro Team del Curling Club Chiasso si è aggiudicata sabato presso la Waldhaus-Arena di Flims (GR) la medaglia d'oro ai Campionati Ticinesi 2016-2017.

Il team momò, skippato da Athos Terzi e completato da Stefano Fiscalini (lead), Patrik Wälti (second) e Luca Romelli (vice-skip), ha superato nell'ordine le squadre di Chiasso "Bruno" (skip Manuel Noseda), Ascona (skip Andrea Wildi) e Lugano (skip Franco Rezzonico), piazzandosi al primo posto con 6 punti, 14 ends e 26 sassi. Per Athos Terzi ed il suo team si tratta del secondo titolo cantonale dopo quello conquistato alle finali di Lugano nel 2012.

In seconda e terza posizione si sono classificate due squadre rappresentanti il Curling Club Lugano: la medaglia d'argento è stata conquistata dal team Brancaleone (skip Davide Nettuno, con Elisabetta Vanetta, Danilo Murillo e Andrea Vanetta), mentre la medaglia di bronzo è andata al team LM77 (skip Jürg Wernli, con Cristina Leggeri-Wernli, Sabrina Gendotti e Michela Wernli).

Sono dodici in totale le squadre che hanno preso parte alla rassegna cantonale, organizzata dalla Federazione Curling Ticino in collaborazione con il Curling Club Lugano: oltre alle citate squadre di Chiasso e Lugano, hanno partecipato anche i team dei club del Curling Club Ascona e del Golf & Curling Club Faido. I risultati completi sono disponibili sul sito della manifestazione.

Per la prima volta è stato possibile seguire alcuni incontri, tra cui la finale, in diretta streaming sul canale Youtube della FCT; l'esperimento ha dato risultati ben oltre le più rosee aspettative, con poco meno di un centinaio di visualizzazioni in diretta indice di un accresciuto interesse verso questa disciplina olimpica.

La stagione agonistica ticinese volge lentamente al termine: l'ultimo appuntamento di rilievo è in programma dal 28 al 30 aprile prossimi, quando il CC Chiasso organizzerà alla Resega di Lugano il "Torneo di Primavera". L'evento sarà caratterizzato dalla festa per i 50 anni del sodalizio sottocenerino.

 

> Classifica finale
> Fotografie (sulla pagina Facebook della FCT)
> Incontri trasmessi in diretta streaming sul nostro Canale Youtube:

 

Edmonton, la capitale della Provincia dell'Alberta, sarà per una settimana il centro del Curling mondiale, con le migliori squadre maschili del globo che si contenderanno il titolo di campioni mondiali.

Il "via" alla rassegna iridata lo darà proprio (contro il fortissimo Canada) la nostra nazionale, che si presenta con i ginevrini del Team De Cruz: per Peter De Cruz e compagni (lead Valentin Tanner, third Claudio Pätz e fourth Benoit Schwarz) cercheranno agguantare uno dei quattro ambìti posti ai playoff, per dimenticare la controprestazione (9o posto) offerta dal quartetto di Adelboden ai mondiali di Basilea dello scorso anno. In palio, oltre alla gloria sul palco mondiale, anche i preziosi punti per accedere direttamente ai Giochi Olimpici di Pyeongchang 2018.

Nutrito, come al solito, il lotto delle favorite. Accanto al Canada padrone di casa troviamo i "soliti noti": Svezia (Edin), Norvegia (Walstadt), Scozia (Murdoch), Stati Uniti (Shuster) e Giappone (Morozumi). Grazie ai buoni risultati ottenuti agli Europei ci sarà anche l'Italia dello skip Joel Retornaz, mentre per la prima volta parteciperà ad un mondiale una rappresentante dell'Olanda (skip Jaap Van Dorp).

Come sempre la World Curling Federation offre la visione di numerosi incontri gratuitamente sul proprio canale Youtube. Le emittenti nazionali RSI, SRF e RTS trasmetteranno gli incontri della nazionale Svizzera qualora questa si qualificasse per la fase finale; ulteriori informazioni sul palinsesto verranno fornite a fine settimana.

> Sito web WCF

Pagina 5 di 60

Sottocategorie

Novità dai curler, per i curler

Twitter @CurlingTicino

Vai all'inizio della pagina